LA CONTRACCEZIONE

La Contraccezione

Il compito principale della contraccezione è quello di evitare gravidanze indesiderate. La visita ginecologica è molto utile per valutare con la paziente qual è il metodo contraccettivo più adatto al caso. Il colloquio col proprio medico specialista è fondamentale in quanto permette di chiarire eventuali dubbi sulla contraccezione ed essere maggiormente informati sul tema.
Un metodo contraccettivo, per essere completamente efficace, non deve nuocere alla salute di chi lo utilizza e deve essere consapevolmente accettato dalla coppia.

Nonostante la contraccezione permetta oggi di vivere a pieno la propria sessualità senza dover vivere il timore di una gravidanza, molte donne giovani sono ancora restie ad utilizzare metodi contraccettivi. Spesso si pensa alla contraccezione come ad un qualcosa che intralcia l’intimità della coppia. Altri invece trovano imbarazzante parlare di contraccezione, quasi come fosse ancora un argomento tabù. Tutte queste circostanze causano l’insorgere di gravidanze indesiderate, soprattutto tra le ragazze più giovani che spesso evitano di rivolgersi al ginecologo per paura o imbarazzo.

Ci sono moltissimi metodi per prevenire gravidanze indesiderate:

  • metodi farmacologici-ormonali
  • metodi meccanici
  • dispositivi intra uterini
  • macchinari che calcolano il periodo fertile.

Ogni dispositivo medico ha la sua efficacia ed i suoi livelli di sicurezza. Per questo motivo il consulto medico è importante in quanto indirizza la paziente verso la tipologia di contraccettivo che più si adatta alle sue esigenze. Il Dr. Loiacono illustra alle sue pazienti le tipologie di contraccettivi più adatte ad ogni singolo caso.

La contraccezione d’emergenza: la pillola del giorno dopo

Si ricorre alla cosiddetta contraccezione d’emergenza nel momento in cui si sospetta l’inizio di una gravidanza. L’assunzione di uno specifico farmaco è in grado di ridurre la possibilità, ma solo se assunto entro le 72 ore successive al rapporto sessuale. La sua efficacia è direttamente proporzionale alla velocità di assunzione: prima viene effettuata e maggiore sarà la probabilità di successo.

Il principio attivo della pillola del giorno dopo è un ormone che è normalmente presente nelle comuni pillole contraccettive, ma dosato 30 volte tanto. La pillola del giorno dopo non è altro che un inibitore dell’ovulazione, dunque non deve essere confusa con la cosiddetta “Pillola abortiva” (RU486). Prima di rilasciare la richieste medica della pillola del giorno dopo, il medico dovrà accertarsi che non vi siano controindicazioni per la paziente legate all’assunzione.
In ogni caso, la pillola del giorno dopo non deve essere considerata un metodo contraccettivo alternativo. Si tratta solamente di un farmaco d’emergenza, un rimedio estremo a cui ricorrere solo in casi sporadici o di emergenza. È sempre opportuno rivolgersi al proprio ginecologo per valutare insieme il miglior metodo contraccettivo, in modo da ridurre al minimo il rischio di gravidanze indesiderate.